Federazione Regionale Coldiretti Campania

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

COLDIRETTI Campania, che non ha scopo di lucro, rappresenta le imprese agricole, i coltivatori diretti e i soggetti effettivamente operanti nel settore agricolo ed agroalimentare e nell’ambito rurale, a livello regionale.
Essa si prefigge di:
  • rappresentare in via esclusiva l’organizzazione nei confronti delle istituzioni politiche ed amministrative regionali, e nei rapporti con enti pubblici e privati di carattere regionale, sostenendo gli interessi delle categorie rappresentate nell’ambito di politiche economiche che valorizzino le risorse dell’agricoltura regionale sotto l’aspetto produttivo, economico, commerciale, sociale ed ambientale in relazione all’evoluzione di mercato del comparto agroalimentare ed agroindustriale;
     
  •  garantire la tutela ed incentivare lo sviluppo - anche attraverso la promozione di adeguate politiche sociali - della persona e della sua professionalità nell’ambiente di lavoro agricolo e rurale, considerando il ruolo che la famiglia e i valori di sussidiarietà e di solidarietà sociale esercitano nella società;
     
  •  sostenere, a livello regionale, lo sviluppo dell’impresa e dell’attività agricola in tutte le sue espressioni ed articolazioni, con particolare riguardo all’incentivazione dell’imprenditorialità, al contenimento dei costi di produzione, all’accrescimento della competitività e dell’innovazione tecnologica, coniugando imprenditorialità e professionalità;
     
  • incentivare l’imprenditorialità in agricoltura, ispirandola a principi di eticità con particolare riguardo alla sicurezza alimentare, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio, al lavoro, e al rispetto/benessere degli animali. L’adesione alla Coldiretti implica l’impegno ad  un rapporto di corretta e completa informazione, trasparenza e lealtà con il cittadino e il consumatore;
     
  • sostenere, a livello regionale, il ruolo multifunzionale dell’attività agricola; 
     
  • individuare politiche a favore dello sviluppo multifunzionale specialmente con riferimento alle imprese che svolgono particolari ruoli e vocazioni sul territorio e che rischiano di essere emarginate dai meccanismi di mercato;
     
  • promuovere, anche al fine di favorire l’aggregazione tra imprese, la costituzione e lo sviluppo di cooperative, consorzi, società di persone, società agricole a responsabilità limitata e altre società di capitali, nonché di altri enti per l’utilizzazione, la trasformazione e la commercializzazione di prodotti e servizi, per l’acquisto collettivo di beni strumentali ed altre merci e servizi necessari all’attività agricola e per l’erogazione di servizi alle imprese e alle persone, assumendone la rappresentanza sindacale;
     
  • promuovere a livello regionale politiche di governo e di sviluppo ecosostenibile e durevole del territorio e dell’ambiente e favorire politiche tese a contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici, il razionale uso dell’acqua e del suolo, la salubrità dell’aria, la diffusione di energie rinnovabili e tutti i comportamenti virtuosi tesi ad esaltare il miglioramento dell’ambiente;
     
  • promuovere a livello regionale politiche rivolte alla sicurezza ed alla qualità del prodotto alimentare italiano nell’interesse delle imprese e dei consumatori;
     
  • promuovere, con appropriati strumenti e metodologie, politiche di valorizzazione sul mercato della tipicità e della genuinità delle produzioni agricole regionali;
     
  • perseguire il riconoscimento a livello legislativo di politiche di rintracciabilità e di trasparenza die processi produttivi e di certificazione della storia, della qualità e dell’origine dei prodotti agroalimentari ed agricoli a tutela del diritto all’informazione e alla scelta consapevole del consumatore, ricercando a questo fine la più ampia collaborazione da parte delle altre componenti della filiera agroalimentare;
     
  • sviluppare e valorizzare le potenzialità multifunzionali dell’impresa agricola per una migliore e d ulteriore utilizzazione delle sue risorse produttive e, quale modello di benessere collettivo, per una riconoscibilità sociale e di mercato del loro apporto alle politiche di gestione del territorio di tutela dell’ambiente e di servizio alle persone, alle famiglie e alla comunità. Coldiretti persegue politiche tese alla massima valorizzazione economica, sociale e legislativa di tali potenzialità;
     
  • promuovere politiche per il sostegno e lo sviluppo della ricerca in agricoltura in raccordo con il mondo della scuole, dell’università ed altri enti pubblici e privati, operanti a livello regionale;
     
  • svolgere indagini e studi di carattere sociale, tecnico, economico, finanziario di interesse del settore agricolo, agroalimentare e delle aree rurali;
     
  • assicurare alle categorie rappresentate ed, in generale, al mondo rurale, l’informazione politica, sindacale,  tecnica ed economica, gestendola e divulgandola a livello regionale, anche in qualità di editore, con qualsiasi mezzo di informazione;
     
  • programmare, coordinare, gestire le attività organizzative, anche nell’ambito dell’organizzazione economica e die servizi alle Imprese, potendo prevedere la concentrazione, a livello regionale, di servizi funzionali alle Federazioni interprovinciali e provinciali.
     
  • assicurare nell’ambito della regione la diffusione dell’attività di formazione professionale e di assistenza tecnica in agricoltura, in collaborazione con l’I.N.I.P.A. nonché con altri enti e organismi di formazione, di livello nazionale e territoriale;
     
  • assicurare tramite Coldiretti Giovani Impresa e Coldiretti Donne Impresa, la formazione socio-culturale, la qualificazione professionale e imprenditoriale la partecipazione dei giovani e delle donne alle scelte di azione sindacale;
     
  • esercitare ogni altra funzione o compito che le venga affidato dalla Confederazione o dagli associati.